don Pasquale Fabbiano

Dopo l’entusiasmante e arricchente esperienza presso il Seminario di Taranto, Pasquale decide di continuare il suo percorso presso il Seminario Reginale di Molfetta. Iniziano gli studi filosofici prima e teologici poi. Un nuovo universo da scoprire, un nuovo stile di vita, nuovi ambiti di confronto personale: tanta novità intorno a lui, ma sempre la stessa convinzione di voler coltivare quel seme piantato in lui dalla Grazia divina nel 1976.

Dopo aver completato il biennio di discernimento vocazionale, Pasquale è pronto a rispondere affermativamente alla chiamata che Dio realizza, attraverso la Chiesa, di seguirlo sulla via del sacerdozio ministeriale.

Il 26 dicembre 1983, durante la solenne Concelebrazione Eucaristica nella Chiesa Madre “Maria SS. Annunziata”, in Casarano, Mons. Aldo Garzia, Vescovo della nuova Diocesi di Nardò-Gallipoli, lo ammette tra i candidati all’Ordine Sacro. Pasquale sente molto forte la responsabilità del “sì” pronunciato e in lui cresce sempre di più la consapevolezza che, il grande dono del sacerdozio che si accinge a ricevere, da lì a pochi anni, doveva essere accolto come il tesoro più grande, anche se riposto nell’umile vaso di creta della sua vita.

Il 14 marzo 1984, nella Cappella Maggiore del Seminario Regionale di Molfetta, durante la Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Guglielmo Motolese, gli sarà conferito il Ministero del Lettorato. Il Ministero dell’Accolitato, invece, gli fu conferito nella sua Parrocchia di origine, il 5 gennaio 1985.

Il 1987 sarà l’anno più importante della vita di quel ragazzino che ormai è diventato uomo. La comunità della Chiesa Madre di Casarano, della Parrocchia “Maria SS. Annunziata”, che lo aveva seguito in tutto il suo cammino vocazionale, si preparava a vivere due momenti significativi per Pasquale e per la Chiesa diocesana: il 15 marzo 1987 viene ordinato Diacono e, tre mesi dopo, il 27 giugno 1987, durante la Solenne Concelebrazione Eucaristica, mediante la preghiera di Ordinazione, Mons. Aldo Garzia lo ordina Sacerdote. Da quel momento, la sua vita si rinnova e per sempre e per tutti sarà don Pasquale.

DON PASQUALE 2

Pages: 1 2 3